IL PRIMO RAPPORTO SU STATO CAPITALE NATURALE

Consegnato dal Ministro dell’Ambiente al Presidente del Consiglio e al Ministro dell’Economia,
affronta il legame tra lo stato dell’ecosistema, il benessere sociale e le prospettive economiche.

Luglio 2017

 L’istituzione del Comitato per il Capitale Naturale risponde alla volontà del legislatore italiano di prevedere nell’ambito della Legge n. 221/2015 “Disposizioni in materia ambientale per promuovere misure di green economy e per il contenimento dell’uso eccessivo di risorse naturali” (Collegato Ambientale), un organo, composto da membri istituzionali, integrato con esperti nominati dal Ministro dell’Ambiente, responsabile dell’introduzione del capitale naturale nelle politiche pubbliche del Paese.

Tra le raccomandazioni del Comitato in merito alle azioni e agli interventi da intraprendere nel breve/medio periodo citiamo:

- In fase di predisposizione del Documento di Economia e Finanza (DEF), le nuove misure da inserire nel Programma Nazionale di Riforma (PNR) siano preventivamente sottoposte ad una valutazione di coerenza rispetto al posizionamento dell’Italia nel raggiungimento degli obiettivi al 2030 riguardanti il Capitale Naturale rientranti nella Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile e nell’Agenda 2030. 

 

Per il testo del Rapporto si rinvia al link: http://www.minambiente.it/pagina/primo-rapporto-sullo-stato-del-capitale-naturale-italia