Primo Piano

Il posizionamento italiano rispetto ai 17 Obiettivi
per lo Sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite(*)

Ministero dell'Ambiente, 4 gennaio 2017

 

Per consentire l'attuazione dell'Agenda 2030 in Italia, il Ministero dell'Ambiente, che coordina i lavori di elaborazione condivisa e partecipata della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile, ha necessariamente sviluppato come punto di partenza una valutazione del "Posizionamento" dell'Italia rispetto ai 17 Obiettivi dell'Agenda 2030.

Rappresentazione grafica delle distanze, in termini strettamente qualitativi, dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile dallo stato attuale al punto di arrivo ideale al 2030. La distanza è espressa in una scala da 1 a 3, dove 1 = massima distanza, con un peggioramento delle condizioni per raggiungere l'obiettivo al 2030; 2 = tendenza al raggiungimento dell'obiettivo 2030 non omogenea e di difficile previsione; 3 = buona tendenza al raggiungimento dell'obiettivo nel 2030, o raggiungimento dell'obiettivo già attuato.

Una immagine che dà la misura dell'urgenza di un insieme di politiche incisive per ridurre le distanze, che richiedono tempi medio-lunghi ed il sostegno di un ampio consenso frutto di un impegno coerente di istituzioni, forze politiche, corpi intermedi.

http://www.minambiente.it/pagina/la-strategia-nazionale-lo-sviluppo-sostenibile-1

http://www.minambiente.it/notizie/agenda-2030-il-posizionamento-italiano

(*) Il documento è in corso di revisione per allineare gli eventuali disallineamenti tra indicatori utilizzati e il primo set di indicatori pubblicato dal'ISTAT il 14 dicembre 2016, lavoro che si concluderà entro gennaio 2017.

 

La "CARTA DI BARGA"
Manifesto del 18° Congresso Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
8 ottobre 2016

L'agricoltura è sempre stata capace di rinnovarsi facendo fronte ciclicamente alle mutate esigenze che i cambiamenti storici e sociali hanno prodotto. Un dinamismo che ci consegna un settore nel suo insieme tutt'altro che statico e in cui la riorganizzazione produttiva, congiuntamente allo sviluppo di nuovi mezzi tecnici, è alla base di questa continua evoluzione. Oggi tuttavia, diversamente dal passato, la nostra epoca impone che tali sviluppi siano compiuti nella consapevolezza che le risorse primarie non saranno illimitatee che la loro minore disponibilità potrà costituire un serio limite al sostentamento alimentare del nostro pianeta. Siamo consapevoli che ogni scelta operata nelle coltivazioni, nella selvicoltura e nella zootecnia possa implicare ripercussioni sull'ambiente e negli ecosistemi che la compongono, sulla nostra salute, nonché sulla qualità dei cibi di cui ci nutriamo e quindi sulla nostra stessa qualità della vita. Pertanto conciliare produttività, sostenibilità ambientale ed economica, appare una nuova priorità per la professione dei Tecnici; tutto ciò avverrà inevitabilmente in un contesto sempre più globale dove economie e sistemi produttivi differenti competeranno, nell'offerta, sui nuovi mercati.

Files:
La \"CARTA DI BARGA\"
(0 votes)
File Size 196.46 KB Download 11 Download

 

Gli indicatori BES: un approccio originale per avere "occhi nuovi"

di Elio Ciaccia (*) e Gabriele Olini  (**)

 

Il 2015 potrebbe restare negli annali per una nuova consapevolezza. I leader politici di tutti i Paesi hanno affermato, coralmente e solennemente, con l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’Accordo di Parigi sul clima, che il benessere delle persone e dei popoli passa attraverso una scelta radicale, epocale: l’assunzione di una nuova visione dello sviluppo le cui connotazioni forti ed imperative sono la sua sostenibilità legata alle risorse del pianeta e l’equità nella diffusione e nelle opportunità di accesso. La crisi economica, come le sfide sociali ed ambientali che abbiamo davanti, i loro riflessi sulle espressioni di partecipazione dei popoli - nelle stesse democrazie mature - non sono affrontabili con strumenti di ordinaria amministrazione; né con interventi singolarmente concepiti e gestiti.

La politica ha necessità di un quadro più ampio, a 360 gradi, da cui poter osservare ed intervenire nella realtà concreta; un sistema di valutazione e intervento che tenga conto della multidimensionalità del benessere, della necessità di non lasciare indietro nessuno e di pensare a ciò che lasciamo ai nostri nipoti e oltre.

E’ questo lo sviluppo equo e sostenibile, che dobbiamo accettare come obiettivo permanente.

... continua ...

 

Approvata la riforma della legge di Bilancio.
Il BES diventa riferimento esplicito del percorso di politica economica.

 

La legge prevede che, in un apposito Allegato al Documento di Economia e Finanza (DEF), venga svolta un’analisi a consuntivo dell’ultimo triennio degli indicatori di benessere equo e sostenibile (i BES), selezionati e definiti, sulla base dell’esperienza maturata a livello nazionale e internazionale.

Nello stesso Allegato dovranno entrare le previsioni per il triennio successivo dell’andamento degli indicatori alla luce degli obiettivi di politica economica contenuti nel Patto di convergenza, nel Patto di stabilità interno e nel Programma nazionale di riforma. Le proposte verranno misurate alla luce dell’impatto che avranno sul benessere dei cittadini. E’, inoltre, prevista una Relazione al Parlamento entro il 15 febbraio sugli effetti della Legge di bilancio del triennio in corso sugli indicatori.

Gli indicatori verranno scelti da un Comitato presieduto dal Ministro dell’economia o da un suo rappresentante e di cui fanno parte il Presidente dell’ISTAT, il Governatore della Banca d’Italia, o loro delegati, nonché due esperti nella materia con comprovata esperienza scientifica.

Il valore positivo ed innovativo delle scelte del legislatore sarà significativamente influenzato dalle risposte che verranno date ad una ineludibile domanda che poniamo come Forum MyBES.  

Quando, dove e come avranno un ruolo i rappresentanti delle parti sociali e della società civile, costituenti un sistema sensoriale che esprime dinamicamente e dà valore ad elementi essenziali per definire gli indicatori BES?

 

 

 

In evidenza

Il filo di Arianna Cisl del Benessere/Disagio delle famiglie

 

Il Barometro CISL: che cos'è? (di Gabriele Olini)

Il Barometro CISL è stato progettato ed implementato dal Centro Studi Ricerca e Formazione della CISL in collaborazione con REF, cui è stata affidata l’elaborazione delle statistiche e l’aggregazione degli indicatori sintetici.

 

Bollettino CISL n. 3 - Nov. 2016
(0 votes)
File Size 826.05 KB Download 10 Download

 

Il dialogo sociale via maestra per uno sviluppo equo e sostenibile

Claudio Falasca: del Forum per la promozione dello sviluppo sostenibile

 

La recente costituzione della “Alleanza per lo sviluppo sostenibile” (Asvis) presentata alla Camera dei Deputati l’11 marzo 2016 con la partecipazione della Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro dell’Ambiente, sollecita alcune riflessioni e interrogativi.

Una coerente transizione allo sviluppo equo e sostenibile significa una vera e propria rivoluzione dei modelli di produzione e di consumo in cui verranno coinvolti direttamente nei loro interessi, imprese, lavoratori, cittadini, istituzioni. Sottovalutarne potenzialità e implicazioni sarebbe un errore molto grave. Occorre, invece, essere consapevoli che la valutazione, preventiva e condivisa, delle implicazioni che derivano dalla transizione ha un significato importantissimo sulla possibilità di attuarla con il massimo del consenso ed efficacia. È esperienza consolidata che le politiche sostenibili pur se condivise in via teorica dalla maggioranza dei cittadini, in quanto si propongono il miglioramento delle loro condizioni di vita, tuttavia, una volta che assumono il carattere concreto di specifici interventi, vanno ad impattare nel bene e nel male su interessi particolari, collettivi e/o individuali.

 

 

Gli aderenti segnalano

Webinar
6° Concorso: «Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile»
Roma 20 dicembre 2016 - ore 15.00

 

Articolo Novantanove ed ANP organizzano il seminario online per i Docenti-tutor delle classi partecipanti al 6° Concorso: «Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile».

Obiettivi del webinar:

- fornire informazioni di dettaglio sul Concorso;
- declinare l'inserimento, nei percorsi di alternanza scuola-lavoro, dei concetti di equità e sostenibilità;
- illustrare con esemplificazioni l'utilizzo delle metodologie e degli strumenti messi a disposizione;
- interloquire via chat ed in voce con i Docenti.

 

Webinar
"Gli strumenti Unioncamere per l’Orientamento: il sistema informativo Excelsior e il portale Filo"
Roma 04 ottobre 2016 - ore 16.00

 

L' ANP ed Unioncamere insieme a MyBES Forum organizzano il seminario online dal titolo: "Gli strumenti Unioncamere per l’Orientamento: il sistema informativo Excelsior e il portale Filo".

Per visionare la registrazione del webinar cliccate QUI

 

Webinar
"Il Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro: guida all’uso"
Roma 27 settembre 2016 - ore 16.00

 

L' ANP ed Unioncamere insieme a MyBES Forum organizzano il seminario online dal titolo: "Il Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro: guida all’uso per realizzazione di un collegamento organico scuola e il mondo del lavoro".

Per visionare la registrazione del webinar cliccate QUI

 

Canale YouTube My Bes Forum
Osservatori Permanenti

Flash

Economia - Google News

  • 19/01/2017 L'economia tua, sua - Formiche.net
    Formiche.netL'economia tua, suaFormiche.netBeh, fin quando con la spesa verrà acquistata tutta l'offerta prodotta per rispondere alla domanda verrà generata tutta la ricchezza possibile; tutti avranno fatto al massimo, pronti per rifarlo: l'economia gira e va. Gira appunto perchè circolare. I ...altro »
  • 18/01/2017 Yellen: economia ok, rialzo tassi graduale - FIRSTonline - FIRSTonline
    FIRSTonlineYellen: economia ok, rialzo tassi graduale - FIRSTonlineFIRSTonline"E giusto dire che l'economia è vicina al massimo livello di occupazione e l'inflazione si sta muovendo verso il nostro obiettivo", ha detto Yellen intervenendo al ...La Fed conferma una crescita "modesta" dell'economia. Yellen ...Il MessaggeroYellen: "Vicini a piena occupazione, rialzo tassi graduale"ANSA.itFed: Yellen, alzeremo i tassi "qualche volta all'anno" -2-Borsa ItalianaCommodities Tradingtutte le notizie (15) »
  • 18/01/2017 Economia, Umbria più lontana dal nord Italia | Fuga della Toscana ... - TuttOggi
    TuttOggiEconomia, Umbria più lontana dal nord Italia | Fuga della Toscana ...TuttOggiDue anime distinte: una, quello umbro-marchigiana, più debole, l'altra, quella toscana, più forte e fortemente proiettata verso la crescita e lo sviluppo del nord ...altro »

Lavoro - Google News

  • 19/01/2017 «Contro la povertà serve più Stato. E un ministro del Lavoro europeo» - Avvenire.it
    Avvenire.it«Contro la povertà serve più Stato. E un ministro del Lavoro europeo»Avvenire.itSe una persona perde il lavoro finisce nella totale indigenza. Io ricevo delegazioni di persone diventate povere dopo aver perso il lavoro. L'articolo 3 della Costituzione ci impone di rimuovere gli ostacoli per il pieno sviluppo delle persone. E per ...
  • 19/01/2017 Lavoro: 'Basta, mi metto in proprio!'. Vi spiego da dove cominciare - Il Fatto Quotidiano
    Il Fatto QuotidianoLavoro: 'Basta, mi metto in proprio!'. Vi spiego da dove cominciareIl Fatto QuotidianoDevo scusarmi per il mio silenzio di questi mesi. Non mi sono preso una vacanza. Ho cercato di riflettere dopo le continue polemiche sullo stato del mercato del lavoro italiano. Chi aveva ragione? Chi sostiene che tutto vada a gonfie vele o chi, invece ...altro »
  • 19/01/2017 Profughi, lavoro con i voucher - Avvenire.it
    Avvenire.itProfughi, lavoro con i voucherAvvenire.itLa vicenda è poco nota, ma il collegamento con l'attualità salta agli occhi. Era il 1879 e Robert Louis Stevenson, non ancora il romanziere che conosciamo, fece un viaggio negli Stati Uniti. Nato da una infatuazione sentimentale, il viaggio si ...

Sociale - Google News