Primo Piano

Chiusa a Roma la Conferenza Nazionale sull'Educazione Ambientale
20 mln di euro del PON Scuola a sostegno degli impegni assunti
23 novembre 2016

Gli obiettivi sono condensati nella Carta sull'Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile sottoscritta dai Ministri dell’Ambiente e dell’Istruzione nella quale spicca l’impegno a:

Creare un momento di confronto permanente con la comunità scientifica, la società civile il mondo produttivo ed economico le Istituzioni in cui periodicamente sono discussi ed eventualmente ridefiniti gli obiettivi e le strategie per l’educazione ambientale e allo sviluppo sostenibile monitorandone lo stato d’attuazione.

Attuare nell’ambito della programmazione 2014 – 2020 del PON Scuola nonché nella Strategia Nazionale sullo Sviluppo Sostenibile in attuazione dell’Agenda 2030 strategie e progetti che realizzino efficacemente gli obiettivi, le metodologie e le azioni individuate nei tavoli tematici della Conferenza Nazionale sull’Educazione Ambientale.

Creare una piattaforma che possa favorire lo scambio e la condivisione di esperienze, al fine di consentire la replicabilità e dare risonanza a esempi e buone pratiche educative al fine di rilanciare un sistema nazionale per l’educazione alla sostenibilità.”

TESTO: Carta sull'Educazione Ambientale e lo Sviluppo Sostenibile

 

Chiusa la COP22 di Marrakech


Non centrato l'obiettivo di "...passare dalle parole ai fatti" dopo l'accordo di Parigi


Nella Dichiarazione finale(*) si riafferma che la lotta al riscaldamento globale è un impegno urgente e "irreversibile" e si ribadisce la volontà di "sostenere gli sforzi per l'adattamento....favorendo e sostenendo l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e i suoi Obiettivi".

Sul piano dei fatti l'unico risultato tangibile è la road map per attuare l'accordo di Parigi con date che vanno dalla prossima primavera alla COP24 del 2018.

Un esito al di sotto delle aspettative sul quale hanno pesato i risultati delle elezioni statunitensi.

(*)http://www.ansa.it/canale_ambiente/notizie/clima/2016/11/18/cop22-il-testo-della-dichiarazione-di-marrakech_ccab3611-56ce-4681-a886-2ca2d0413f8b.html

 

La "CARTA DI BARGA"
Manifesto del 18° Congresso Nazionale dei Periti Agrari e dei Periti Agrari Laureati
8 ottobre 2016

L'agricoltura è sempre stata capace di rinnovarsi facendo fronte ciclicamente alle mutate esigenze che i cambiamenti storici e sociali hanno prodotto. Un dinamismo che ci consegna un settore nel suo insieme tutt'altro che statico e in cui la riorganizzazione produttiva, congiuntamente allo sviluppo di nuovi mezzi tecnici, è alla base di questa continua evoluzione. Oggi tuttavia, diversamente dal passato, la nostra epoca impone che tali sviluppi siano compiuti nella consapevolezza che le risorse primarie non saranno illimitatee che la loro minore disponibilità potrà costituire un serio limite al sostentamento alimentare del nostro pianeta. Siamo consapevoli che ogni scelta operata nelle coltivazioni, nella selvicoltura e nella zootecnia possa implicare ripercussioni sull'ambiente e negli ecosistemi che la compongono, sulla nostra salute, nonché sulla qualità dei cibi di cui ci nutriamo e quindi sulla nostra stessa qualità della vita. Pertanto conciliare produttività, sostenibilità ambientale ed economica, appare una nuova priorità per la professione dei Tecnici; tutto ciò avverrà inevitabilmente in un contesto sempre più globale dove economie e sistemi produttivi differenti competeranno, nell'offerta, sui nuovi mercati.

Files:
La \"CARTA DI BARGA\"
(0 votes)
File Size 196.46 KB Download 6 Download

 

Gli indicatori BES: un approccio originale per avere "occhi nuovi"

di Elio Ciaccia (*) e Gabriele Olini  (**)

 

Il 2015 potrebbe restare negli annali per una nuova consapevolezza. I leader politici di tutti i Paesi hanno affermato, coralmente e solennemente, con l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’Accordo di Parigi sul clima, che il benessere delle persone e dei popoli passa attraverso una scelta radicale, epocale: l’assunzione di una nuova visione dello sviluppo le cui connotazioni forti ed imperative sono la sua sostenibilità legata alle risorse del pianeta e l’equità nella diffusione e nelle opportunità di accesso. La crisi economica, come le sfide sociali ed ambientali che abbiamo davanti, i loro riflessi sulle espressioni di partecipazione dei popoli - nelle stesse democrazie mature - non sono affrontabili con strumenti di ordinaria amministrazione; né con interventi singolarmente concepiti e gestiti.

La politica ha necessità di un quadro più ampio, a 360 gradi, da cui poter osservare ed intervenire nella realtà concreta; un sistema di valutazione e intervento che tenga conto della multidimensionalità del benessere, della necessità di non lasciare indietro nessuno e di pensare a ciò che lasciamo ai nostri nipoti e oltre.

E’ questo lo sviluppo equo e sostenibile, che dobbiamo accettare come obiettivo permanente.

... continua ...

 

In evidenza

Il filo di Arianna Cisl del Benessere/Disagio delle famiglie

 

Il Barometro CISL: che cos'è? (di Gabriele Olini)

Il Barometro CISL è stato progettato ed implementato dal Centro Studi Ricerca e Formazione della CISL in collaborazione con REF, cui è stata affidata l’elaborazione delle statistiche e l’aggregazione degli indicatori sintetici.

 

Bollettino CISL n. 3 - Nov. 2016 NEW
(0 votes)
File Size 826.05 KB Download 2 Download

 

Il dialogo sociale via maestra per uno sviluppo equo e sostenibile

Claudio Falasca: del Forum per la promozione dello sviluppo sostenibile

 

La recente costituzione della “Alleanza per lo sviluppo sostenibile” (Asvis) presentata alla Camera dei Deputati l’11 marzo 2016 con la partecipazione della Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro dell’Ambiente, sollecita alcune riflessioni e interrogativi.

Una coerente transizione allo sviluppo equo e sostenibile significa una vera e propria rivoluzione dei modelli di produzione e di consumo in cui verranno coinvolti direttamente nei loro interessi, imprese, lavoratori, cittadini, istituzioni. Sottovalutarne potenzialità e implicazioni sarebbe un errore molto grave. Occorre, invece, essere consapevoli che la valutazione, preventiva e condivisa, delle implicazioni che derivano dalla transizione ha un significato importantissimo sulla possibilità di attuarla con il massimo del consenso ed efficacia. È esperienza consolidata che le politiche sostenibili pur se condivise in via teorica dalla maggioranza dei cittadini, in quanto si propongono il miglioramento delle loro condizioni di vita, tuttavia, una volta che assumono il carattere concreto di specifici interventi, vanno ad impattare nel bene e nel male su interessi particolari, collettivi e/o individuali.

 

 

Gli aderenti segnalano

6° Concorso nazionale a premi "Lo Sviluppo locale che vorrei: equo e sostenibile"
per studenti classi terzo e quarto anno degli Istituti secondari di secondo grado.

 

Il Concorso, promosso da Articolo Novantanove e ANP, presenta la peculiarità di poter realizzare un nesso fra alternanza scuola lavoro ed educazione allo sviluppo sostenibile.

L'iniziativa ha avuto il patrocinio di Ministero dell'Ambiente, Conferenza delle regioni e delle Province autonome, ANCI, Unioncamere, Fondazione CON IL SUD, Tavolo di Coordinamento del Forum MyBES.

Il Bando del Concorso è pubblicato sul sito www.losviluppolocalechevorrei.it.  

Scadenza per le iscrizioni il 30 novembre 2016.

 

Webinar
"Gli strumenti Unioncamere per l’Orientamento: il sistema informativo Excelsior e il portale Filo"
Roma 04 ottobre 2016 - ore 16.00

 

L' ANP ed Unioncamere insieme a MyBES Forum organizzano il seminario online dal titolo: "Gli strumenti Unioncamere per l’Orientamento: il sistema informativo Excelsior e il portale Filo".

Per visionare la registrazione del webinar cliccate QUI

 

Webinar
"Il Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro: guida all’uso"
Roma 27 settembre 2016 - ore 16.00

 

L' ANP ed Unioncamere insieme a MyBES Forum organizzano il seminario online dal titolo: "Il Registro Nazionale per l’Alternanza Scuola Lavoro: guida all’uso per realizzazione di un collegamento organico scuola e il mondo del lavoro".

Per visionare la registrazione del webinar cliccate QUI

 

Canale YouTube My Bes Forum
Osservatori Permanenti

Flash

Economia - Google News

  • 02/12/2016 Monte San Giacomo: il 6 dicembre convegno su economia locale ... - ondanews (Comunicati Stampa)
    ondanews (Comunicati Stampa)Monte San Giacomo: il 6 dicembre convegno su economia locale ...ondanews (Comunicati Stampa)Si terrà martedì 6 dicembre, alle ore 17.00 presso Palazzo Marone a Monte San Giacomo, un convegno dal titolo “Dopo la crisi l'economia meridionale e locale nel mercato globale”. L'incontro è organizzato dal Centro Studi Politici, Sociali e Culturali ...altro »
  • 02/12/2016 Turchia, economia in crisi dopo il fallito golpe. Erdogan: "Chi ha ... - Il Fatto Quotidiano
    Il Fatto QuotidianoTurchia, economia in crisi dopo il fallito golpe. Erdogan: "Chi ha ...Il Fatto QuotidianoDopo l'appello del presidente la Borsa di Istanbul ha annunciato la decisione di convertire tutte le sue attività liquide in valuta locale, che dall'inizio dell'anno ha perso il 17% nei confronti del dollaro. Gli introiti da turismo sono crollati e l ...altro »
  • 02/12/2016 Notizie Radiocor - Economia - Borsa Italiana
    L'ArenaNotizie Radiocor - EconomiaBorsa Italiana(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 02 dic - Il 50% degli economisti interpellati ha espresso aspettative positive, mentre il 40% prevede una stabilita' dell'economia nei prossimi sei mesi e solo il 10% fa riferimento a un orizzonte in peggioramento.Borsa: Asia in caloL'Arenatutte le notizie (69) »

Lavoro - Google News

Sociale - Google News