Primo Piano

"Crescita, sviluppo e progresso sociale. E' il PIL misura di tutto?"

Prova di italiano per la maturità 2016

 

E' l'argomento relativo a "L'ambito socio-economico" che ha proposto il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca.

La traccia rinviava, per la definizione dei Prodotto Interno Lordo alla Enciclopedia dei ragazzi - 2006 - Treccani on-line di Giulia Nunziante (http://www.treccani.it/enciclopedia/prodotto-interno-lordo_%28Enciclopedia-dei-ragazzi%29/) ed al discorso di Robert KENNEDY del 18 marzo 1968 - Il Pil misura tutto, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta, di Vito Lops - Il Sole 24 Ore (http://24o.it/Eqdv8).

Per il Forum MyBES è un argomento che conferma, per i soggetti che l'hanno costituito, la validità della scelta di manifestare nella loro "Dichiarazione di intenti" la volontà di "porre al centro delle loro azioni la scuola ed i sistemi educativi di ogni genere e grado perchè vadano oltre la trasmissione di "saperi" ed aiutino, in particolare le giovani generazioni, ad acquisire le competenze trandisciplinari necessarie per perare scelte in una realtà di crescente complessità".

 

 

Gli indicatori BES: un approccio originale per avere "occhi nuovi"

di Elio Ciaccia (*) e Gabriele Olini  (**)

 

Il 2015 potrebbe restare negli annali per una nuova consapevolezza. I leader politici di tutti i Paesi hanno affermato, coralmente e solennemente, con l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’Accordo di Parigi sul clima, che il benessere delle persone e dei popoli passa attraverso una scelta radicale, epocale: l’assunzione di una nuova visione dello sviluppo le cui connotazioni forti ed imperative sono la sua sostenibilità legata alle risorse del pianeta e l’equità nella diffusione e nelle opportunità di accesso. La crisi economica, come le sfide sociali ed ambientali che abbiamo davanti, i loro riflessi sulle espressioni di partecipazione dei popoli - nelle stesse democrazie mature - non sono affrontabili con strumenti di ordinaria amministrazione; né con interventi singolarmente concepiti e gestiti.

La politica ha necessità di un quadro più ampio, a 360 gradi, da cui poter osservare ed intervenire nella realtà concreta; un sistema di valutazione e intervento che tenga conto della multidimensionalità del benessere, della necessità di non lasciare indietro nessuno e di pensare a ciò che lasciamo ai nostri nipoti e oltre.

E’ questo lo sviluppo equo e sostenibile, che dobbiamo accettare come obiettivo permanente.

... continua ...

 

 

In evidenza

5 giugno 2016 - Giornata Mondiale dell'Ambiente

Claudio Falasca – Leonia 2 (Italo Calvino), acquerello 56x76

Alla salvaguardia dell’ambiente è dedicato l’obiettivo 15 “Proteggere, ripristinare e promuovere l’uso sostenibile degli ecosistemi terrestri, gestire in modo sostenibile le foreste, contrastare la desertificazione, arrestare e invertire il degrado dei suoli e fermare la perdita di biodiversità” dell’Agenda ONU 2030  per lo Sviluppo sostenibile

 

 

 

Il dialogo sociale via maestra per uno sviluppo equo e sostenibile

Claudio Falasca: del Forum per la promozione dello sviluppo sostenibile

 

La recente costituzione della “Alleanza per lo sviluppo sostenibile” (Asvis) presentata alla Camera dei Deputati l’11 marzo 2016 con la partecipazione della Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro dell’Ambiente, sollecita alcune riflessioni e interrogativi.

Una coerente transizione allo sviluppo equo e sostenibile significa una vera e propria rivoluzione dei modelli di produzione e di consumo in cui verranno coinvolti direttamente nei loro interessi, imprese, lavoratori, cittadini, istituzioni. Sottovalutarne potenzialità e implicazioni sarebbe un errore molto grave. Occorre, invece, essere consapevoli che la valutazione, preventiva e condivisa, delle implicazioni che derivano dalla transizione ha un significato importantissimo sulla possibilità di attuarla con il massimo del consenso ed efficacia. È esperienza consolidata che le politiche sostenibili pur se condivise in via teorica dalla maggioranza dei cittadini, in quanto si propongono il miglioramento delle loro condizioni di vita, tuttavia, una volta che assumono il carattere concreto di specifici interventi, vanno ad impattare nel bene e nel male su interessi particolari, collettivi e/o individuali.

 

 

Gli aderenti segnalano

"Il BES, indicatore per la nuova economia"

 

Newsletter del 14 giugno 2016 di Nuovi Lavori.

http://www.nuovi-lavori.it/index.php/home-newsletter

 

"Verde è il futuro del lavoro. Piano del Lavoro e Sviluppo sostenibile"

 

Link al portale CGIL con il Report e i materiali del convegno che si è svolto il 31 maggio u.s.

http://www.cgil.it/futuro-del-lavoro-nella-green-economy/

 

 

 

 

Canale YouTube My Bes Forum
Osservatori Permanenti

Flash

Economia - Google News

  • 26/06/2016 Meridiana:spiragli apertura su contratto - L'Arena
    L'ArenaMeridiana:spiragli apertura su contrattoL'Arena(ANSA) - ROMA, 26 GIU - Spiragli di apertura sul contratto dopo un iniziale irrigidimento nel confronto tra azienda e sindacati. E' quanto si apprende da fonti del Ministero dello sviluppo sul tavolo in corso nella sede del dicastero su Meridiana. Al ...altro »
  • 26/06/2016 Brexit, attesa mercati. Bri: "Ci sara' incertezza, le banche centrali ... - ANSA.it
    ANSA.itBrexit, attesa mercati. Bri: "Ci sara' incertezza, le banche centrali ...ANSA.itL'esito del referendum "si è tradotto in un'elevata volatilità nei mercati", ha evidenziato Caruana, sottolineando che "il Regno Unito è strettamente integrato nell'economia mondiale e ospita uno dei maggiori centri finanziari del pianeta". "Le banche ...Brexit: Bri, probabile incertezzaBrescia OggiBrexit: Banche centrali,supporto mercatiIl Giornale di Vicenzatutte le notizie (20) »
  • 26/06/2016 Lissone: un libro racconta Giacomo Corno, protagonista dell ... - Il Cittadino di Monza e Brianza
    Lissone: un libro racconta Giacomo Corno, protagonista dell ...Il Cittadino di Monza e BrianzaUn libro scritto da Stella Casiraghi racconta la storia di Giacomo Corno, indimenticato commercialista che fu protagonista dell'economia italiana ma anche imprenditore votato alle iniziative di solidarietà. Come quella per la ricostruzione del Friuli ...

Lavoro - Google News

  • 26/06/2016 Infortuni sul lavoro, Bazzoni: “Molte morti non sono riconosciute dall ... - gonews
    gonewsInfortuni sul lavoro, Bazzoni: “Molte morti non sono riconosciute dall ...gonewsAdesso che poco più della metà delle denunce di infortunio mortale vengono riconosciute dall'Inail come morti sul lavoro, nessuno ha niente da dire o non chiede spiegazioni in merito? Ed il mondo politico non ha nulla da dire in merito? Come si fa ...
  • 26/06/2016 Mobilitazione dei sindacati per i migranti che hanno perso lavoro e ... - Termoli Online
    Termoli OnlineMobilitazione dei sindacati per i migranti che hanno perso lavoro e ...Termoli OnlineLa lunga crisi economica del nostro paese ha colpito in modo grave anche i lavoratori stranieri. Decine di migliaia di immigrati negli ultimi 8 anni hanno perso il lavoro e non sono riusciti a trovarne un altro entro un anno, termine massimo per poter ...Tremila stranieri regolari, ma senza lavoro rischiano la clandestinitàIl Cittadino di Monza e Brianza«Permesso più lungo per i senza lavoro»Gazzetta di MantovaMeno lavoratori stranieri ad Arezzo. I sindacati: “allungare permessi ...Arezzo Notizietutte le notizie (8) »
  • 26/06/2016 San Vigilio, immigrazione e lavoro al centro del pontificale dell ... - Trentino
    TrentinoSan Vigilio, immigrazione e lavoro al centro del pontificale dell ...TrentinoInvitando a interpretare la vita come Gesù di Nazareth, capace di «lavarci i piedi», l'arcivescovo Tisi ha parlato del «bisogno estremo di abbassarsi» per cogliere «il volto rigato dalle lacrime per la mancanza del lavoro», così come «la domanda di ...Giovani e lavoro, la lettera del vescovo Tisi alla comunità trentinaValtellina Newstutte le notizie (4) »

Sociale - Google News