Primo Piano

Cina e Stati Uniti ratificano l'Accordo mondiale sul clima

G20 - 4 e 5 settembre 2016

 

Alla vigilia del G20 che si tiene ad Hangzhou Cina e Stati Uniti, responsabili del 38% di CO2 immessa nell’atmosfera, hanno comunicato la ratifica dell'accordo mondiale sul clima concluso il 12 dicembre a Parigi al termine della Cop21.

Quando la somma delle emissioni dei Paesi firmatari e ratificanti supererà il 55% del totale l'Accordo entrerà in vigore.

L’obiettivo è limitare l'incremento della temperatura media globale a 1,5 gradi centigradi al di sopra dei livelli pre-industriali.

I Paesi presenti al G20 rappresentano il 90% del prodotto interno lordo, l’80% del commercio e i 2/3 della popolazione mondiale. 

Per valutare il grado di transizione del G20 verso un'economia a basse emissioni di carbonio è illuminante il recentissimo Rapporto “Brown to Green Assessing the G20 transition to a low carbon economy“.

 

 

 

Approvata la riforma della legge di Bilancio.
Il BES diventa riferimento esplicito del percorso di politica economica.

 

La legge prevede che, in un apposito Allegato al Documento di Economia e Finanza (DEF), venga svolta un’analisi a consuntivo dell’ultimo triennio degli indicatori di benessere equo e sostenibile (i BES), selezionati e definiti, sulla base dell’esperienza maturata a livello nazionale e internazionale.

Nello stesso Allegato dovranno entrare le previsioni per il triennio successivo dell’andamento degli indicatori alla luce degli obiettivi di politica economica contenuti nel Patto di convergenza, nel Patto di stabilità interno e nel Programma nazionale di riforma. Le proposte verranno misurate alla luce dell’impatto che avranno sul benessere dei cittadini. E’, inoltre, prevista una Relazione al Parlamento entro il 15 febbraio sugli effetti della Legge di bilancio del triennio in corso sugli indicatori.

Gli indicatori verranno scelti da un Comitato presieduto dal Ministro dell’economia o da un suo rappresentante e di cui fanno parte il Presidente dell’ISTAT, il Governatore della Banca d’Italia, o loro delegati, nonché due esperti nella materia con comprovata esperienza scientifica.

Il valore positivo ed innovativo delle scelte del legislatore sarà significativamente influenzato dalle risposte che verranno date ad una ineludibile domanda che poniamo come Forum MyBES.  

Quando, dove e come avranno un ruolo i rappresentanti delle parti sociali e della società civile, costituenti un sistema sensoriale che esprime dinamicamente e dà valore ad elementi essenziali per definire gli indicatori BES?

 

 

 

Gli indicatori BES: un approccio originale per avere "occhi nuovi"

di Elio Ciaccia (*) e Gabriele Olini  (**)

 

Il 2015 potrebbe restare negli annali per una nuova consapevolezza. I leader politici di tutti i Paesi hanno affermato, coralmente e solennemente, con l’Agenda ONU 2030 per lo sviluppo sostenibile e l’Accordo di Parigi sul clima, che il benessere delle persone e dei popoli passa attraverso una scelta radicale, epocale: l’assunzione di una nuova visione dello sviluppo le cui connotazioni forti ed imperative sono la sua sostenibilità legata alle risorse del pianeta e l’equità nella diffusione e nelle opportunità di accesso. La crisi economica, come le sfide sociali ed ambientali che abbiamo davanti, i loro riflessi sulle espressioni di partecipazione dei popoli - nelle stesse democrazie mature - non sono affrontabili con strumenti di ordinaria amministrazione; né con interventi singolarmente concepiti e gestiti.

La politica ha necessità di un quadro più ampio, a 360 gradi, da cui poter osservare ed intervenire nella realtà concreta; un sistema di valutazione e intervento che tenga conto della multidimensionalità del benessere, della necessità di non lasciare indietro nessuno e di pensare a ciò che lasciamo ai nostri nipoti e oltre.

E’ questo lo sviluppo equo e sostenibile, che dobbiamo accettare come obiettivo permanente.

... continua ...

 

 

Giugno segna 14 mesi consecutivi di caldo record per il mondo

http://www.noaa.gov

 

June 2016 Global Significant Events Map (NOAA NCEI)

Il più caldo degli ultimi 137 anni e gli eventi registrati confermano l'urgenza di scelte politiche, non indolori, per un nuovo equilibrio tra esigenze di sviluppo, sua diffusione - su scala locale e globale - e sostenibilità ambientale.

 

 

 

In evidenza

Il dialogo sociale via maestra per uno sviluppo equo e sostenibile

Claudio Falasca: del Forum per la promozione dello sviluppo sostenibile

 

La recente costituzione della “Alleanza per lo sviluppo sostenibile” (Asvis) presentata alla Camera dei Deputati l’11 marzo 2016 con la partecipazione della Presidente della Camera dei Deputati e del Ministro dell’Ambiente, sollecita alcune riflessioni e interrogativi.

Una coerente transizione allo sviluppo equo e sostenibile significa una vera e propria rivoluzione dei modelli di produzione e di consumo in cui verranno coinvolti direttamente nei loro interessi, imprese, lavoratori, cittadini, istituzioni. Sottovalutarne potenzialità e implicazioni sarebbe un errore molto grave. Occorre, invece, essere consapevoli che la valutazione, preventiva e condivisa, delle implicazioni che derivano dalla transizione ha un significato importantissimo sulla possibilità di attuarla con il massimo del consenso ed efficacia. È esperienza consolidata che le politiche sostenibili pur se condivise in via teorica dalla maggioranza dei cittadini, in quanto si propongono il miglioramento delle loro condizioni di vita, tuttavia, una volta che assumono il carattere concreto di specifici interventi, vanno ad impattare nel bene e nel male su interessi particolari, collettivi e/o individuali.

 

 

Gli aderenti segnalano

"Il BES, indicatore per la nuova economia"

 

Newsletter del 14 giugno 2016 di Nuovi Lavori.

http://www.nuovi-lavori.it/index.php/home-newsletter

 

"Verde è il futuro del lavoro. Piano del Lavoro e Sviluppo sostenibile"

 

Link al portale CGIL con il Report e i materiali del convegno che si è svolto il 31 maggio u.s.

http://www.cgil.it/futuro-del-lavoro-nella-green-economy/

 

 

 

 

Canale YouTube My Bes Forum
Osservatori Permanenti

Flash

Economia - Google News

  • 26/09/2016 Tarpini: "Se non ci fossimo noi, l'economia del Ticino sarebbe in ... - La Repubblica
    La RepubblicaTarpini: "Se non ci fossimo noi, l'economia del Ticino sarebbe in ...La RepubblicaIl responsabile nazionale dei frontalieri della Cgil: "C'era molta propaganda nel referendum contro i pendolari italiani. Ci considerano la causa di tutti i problemi". di SANDRO DE RICCARDIS. 26 settembre 2016. Tarpini: "Se non ci fossimo noi, l ...Home Economia Svizzera. Rossi (economista Friburgo) “senza ...Tribuna Politica WebTarpini sul referendum: “Se dovessero bloccare le dogane, si ...Comolive (Comunicati Stampa)tutte le notizie (359) »
  • 26/09/2016 Torino: aule piccole a Economia, studenti allontanati dai sorveglianti - La Repubblica
    La RepubblicaTorino: aule piccole a Economia, studenti allontanati dai sorvegliantiLa RepubblicaTorino: aule piccole a Economia, studenti allontanati dai sorveglianti La sede del dipartimento di Economia Studenti allontanati dal servizio di vigilanza interna che per "motivi di sicurezza" impedisce di seguire le lezioni nelle aule troppo piene ...
  • 26/09/2016 CARLO PELANDA - Il Giornale di Vicenza
    CARLO PELANDAIl Giornale di VicenzaAttenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati. Informativa privacy: L'invio di un commento richiede l'utilizzo di un “cookie di ...altro »

Lavoro - Google News

  • 26/09/2016 Bagnasco: «Sui migranti Italia troppo sola. E la situazione del lavoro ... - Corriere della Sera
    Corriere della SeraBagnasco: «Sui migranti Italia troppo sola. E la situazione del lavoro ...Corriere della SeraROMA - Spiega che «oggi c'è bisogno di un di più di Europa», parla di un' Italia «in prima linea» ma «ancora troppo sola» nell'affrontare il dramma dei migranti, si sofferma sulla crisi del lavoro, il disagio della flessibilità e il rischio che i ...Bagnasco: "Siamo preoccupati per la crisi del mercato del lavoro e ...TGCOMI vescovi: la povertà avanza, più impegno per il lavoroSky Tg24tutte le notizie (18) »
  • 26/09/2016 Alternanza scuola-lavoro, riconoscimento europeo all'istituto ... - Orizzonte Scuola
    Alternanza scuola-lavoro, riconoscimento europeo all'istituto ...Orizzonte ScuolaIl riconoscimento ricevuto dall'Istituto romano è frutto anche dell'iniziativa “Impresa in azione”, nata dalla collaborazione tra Miur, Ministero del Lavoro e Junior Achievement Italia (associazione non profit per l'educazione economica e ...
  • 26/09/2016 L'esperimento di Albuquerque per dare lavoro ai mendicanti - Il Post
    Il PostL'esperimento di Albuquerque per dare lavoro ai mendicantiIl PostLo scorso anno, mentre stava guidando nella sua città, Richard Berry, il sindaco Repubblicano di Albuquerque, in New Mexico, vide un uomo all'angolo di una strada con in mano un cartello che diceva: «Voglio un lavoro. Qualsiasi cosa è d'aiuto». Durante ...

Sociale - Google News

  • 26/09/2016 IL CONCERTO - Gazzetta di Mantova
    Gazzetta di MantovaIL CONCERTOGazzetta di MantovaMANTOVA. Diventa sempre più ricca la stagione del Teatro Sociale: agli spettacoli già in programma, tra concerti, musical e cabaret, ora si aggiunge un nuovo appuntamento con i Tiromancino. La band romana sarà a Mantova il 20 dicembre con una tappa ...
  • 26/09/2016 Turismo sociale, Viaggi Erbacci di Faenza presenta il progetto ... - Faenzanotizie.it
    Turismo sociale, Viaggi Erbacci di Faenza presenta il progetto ...Faenzanotizie.itL'evento ha inizio alle ore 16.45 e il programma prevede gli interventi del Vice Sindaco e Assessore alla Cultura e al Turismo Massimo Isola, quello dell'Assessore ai servizi Sociali e alle Pari Opportunità Claudia Gatta e di alcuni operatori del ...altro »
  • 26/09/2016 Giovani ResiliEnti, alleanza educativa tra scuola e sociale - Ottopagine
    OttopagineGiovani ResiliEnti, alleanza educativa tra scuola e socialeOttopagineEsperienze pratiche da affrontare per comprendere che nella vita non puoi evitare di cadere ma puoi imparare a rialzarti. E' il senso del progetto “Giovani resilienti” al quale prenderanno parte ottanta studenti di quattro istituti di Benevento: il ...altro »